Corsi di formazione gratuiti per giovani e adulti disoccupati e inoccupati dell'Umbria | Corsi gratuiti Umbriattiva giovani e adulti in Umbria 2018 - Addetto qualificato alla riparazione delle carrozzerie
L'addetto qualificato alla riparazione delle carrozzerie si occupa di realizzare gli interventi di riparazione, sostituzione e verniciatura di elementi del telaio e della carrozzeria di veicoli a motore.
corso gratuito, addetto qualificato alla riparazione delle carrozzerie , umbria, giovani, adulti, umbriattiva
16148
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-16148,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-16.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

Addetto qualificato alla riparazione delle carrozzerie

La figura professionale
L’addetto qualificato alla riparazione delle carrozzerie si occupa di realizzare gli interventi di riparazione, sostituzione e verniciatura di elementi del telaio e della carrozzeria di veicoli a motore.

 

Gli obiettivi del corso
L’autoriparazione rappresenta un segmento primario della filiera dell’auto, composta da produzione, servizi e comprensiva di fabbricazione di autoveicoli, fabbricazione di carrozzerie, produzione parti e accessori e fabbricazione di motociclette e di servizi di vendita di autovetture, manutenzione e riparazione e vendita di carburanti. Complessivamente nella filiera 7 addetti su 10 lavorano in imprese con meno di 50 addetti (50,8% in imprese con meno di 10 addetti e 19,9% in imprese con 10-49 addetti). Circa 80mila imprese, il 47,4% del numero complessivo delle imprese della filiera auto, appartengono al comparto artigiano; queste sono concentrate (per oltre il 93%) nel settore Manutenzione e riparazione di autoveicoli. Relativamente allo specifico ambito dell’Autoriparazione, la quota maggiore di imprese è rappresentata dal settore delle Riparazioni meccaniche di autoveicoli (52,4%), seguito dalla Riparazione di carrozzerie di autoveicoli (27,7%) e dalla Riparazione di impianti elettrici e di alimentazione per autoveicoli (8,6%). La filiera auto nel suo complesso ha registrato nel 2017 un incremento rispetto all’anno precedente. L’autoriparazione risulta dunque uno dei settori della nostra economia con segno positivo. I dati mostrano una crescita del fatturato dell’1,3% nel periodo gennaio-settembre 2017 rispetto allo stesso periodo del 2016. Nell’ultimo anno le aziende del settore autoriparazione hanno dichiarato di avere avuto difficoltà a reperire figure professionali ritenute strategiche, tra cui proprio i meccanici e gli addetti alla riparazione di auto e moto, a causa della carenza di candidati e soprattutto di inadeguate competenze professionali. Il presente percorso intende offrire ai partecipanti conoscenze e abilità tecniche specifiche per realizzare interventi di riparazione, sostituzione e verniciatura di elementi del telaio e della carrozzeria di veicoli a motore.

I risultati attesi
La regolare frequenza del percorso e il superamento dell’esame finale permetteranno ai partecipanti di ottenere la qualifica professionale legalmente riconosciuta di Addetto qualificato alla riparazione delle carrozzerie.

Essi saranno in grado di svolgere in autonomia le seguenti attività:

  • accoglienza ed assistenza del cliente
  • accettazione e presa in carico del veicolo
  • diagnosi del danno del telaio e/o della carrozzeria e dei cristalli del veicolo
  • redazione del preventivo
  • programmazione delle attività manutentive e gestione delle risorse
  • allestimento del posto di lavoro
  • riparazione delle parti della carrozzeria (sabbiatura, battitura, stuccatura, carteggiatura)
  • sostituzione delle parti del telaio e/o della carrozzeria e dei cristalli
  • verniciatura e lucidatura.

I requisiti per la partecipazione
Il corso è destinato a persone occupate, inoccupate o disoccupate, che abbiano assolto al diritto/dovere di istruzione e formazione.
Per i cittadini stranieri: buona conoscenza della lingua italiana orale e scritta, che consenta di partecipare attivamente al percorso formativo.
Per i cittadini extracomunitari: possesso di regolare permesso di soggiorno.