Corsi di formazione gratuiti per giovani e adulti disoccupati e inoccupati dell'Umbria | Corsi gratuiti Umbriattiva giovani e adulti in Umbria 2018 - Tecnico sviluppatore di applicazioni informatiche
Il Tecnico sviluppatore di applicazioni informatiche realizza, implementa e valida in autonomia soluzioni ICT
corso gratuito, Tecnico sviluppatore di applicazioni informatiche , umbria, giovani, adulti, umbriattiva
16136
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-16136,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-16.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

Tecnico sviluppatore di applicazioni informatiche

La figura professionale
Il Tecnico sviluppatore di applicazioni informatiche realizza, implementa e valida in autonomia soluzioni ICT sulla base dei requisiti tecnici, funzionali ed operativi espressi dal committente e delle caratteristiche degli ambienti applicativi, curandone il testing e la documentazione, partecipando alla pianificazione del processo produttivo ed intervenendo in caso di anomalie.

 

Gli obiettivi del corso
Il percorso intende dare una risposta concreta alla richiesta di professionisti ICT nel campo della programmazione e nello sviluppo di applicazioni. Obiettivo è quello di formare una figura professionale in grado di operare in tutte le fasi dello sviluppo software: analisi, accesso ai dati e struttura dei database, sviluppo applicativo, funzionamento in rete, integrazione con il web. Il corso intende in particolare: introdurre le metodologie informatiche alla base dello sviluppo del progetto di un sistema informatico (applicazione, App mobile, sito web, sistema informativo ecc.); introdurre le principali tecniche per lo sviluppo di applicazioni.

I risultati attesi
La regolare frequenza del percorso e il superamento dell’esame finale permetteranno ai partecipanti di ottenere la qualifica professionale legalmente riconosciuta di Tecnico sviluppatore di applicazioni informatiche.

Essi saranno in grado di:

  • definire il modello di sviluppo: analizzare requisiti e contesto di sviluppo e deployment, rispetto ad interoperabilità, fruibilità, sicurezza e ottimizzazione costi/qualità
  • scegliere il modello (waterfall o agile) più appropriato per la progettazione dell’applicativo, in coerenza con i requisiti definiti
  • progettare in ottica waterfall in ambito n-tier, multi-interfaccia e distribuita
  • progettare l’applicazione (disegno generale) e i singoli moduli software
  • definire le fasi di implementazione della soluzione e stendere il codice
    realizzare/integrare componenti software/hardware aggiuntivi che ottimizzino, integrino o estendano la soluzione
  • verificare e integrare la logica per ottimizzare/integrare gli aspetti delle interfacce e i processi di interazione con l’utente
  • testare i moduli e le funzionalità implementate
  • definire tattiche di test adeguate agli obiettivi di qualità del prodotto da raggiungere e integrazione dei piani di test
  • definire e integrare i piani di test a livello di modulo e di applicazione, in rapporto al contesto di esercizio
  • verificare le funzionalità implementate, per assicurare la corretta integrazione nell’ambiente complesso e la conforme alle necessità dell’utente/cliente
  • progettare e definire le priorità dei test coerenti con la difettosità prevista
  • sviluppare le procedure di test manuale e automatico
  • definire la difettosità residua del prodotto
  • validare la qualità del rilascio tramite il successo dei test eseguiti
  • documentare il prodotto sviluppato, le fasi di sviluppo e l’esito dei test
  • redigere rapporti e documenti tecnici di supporto.

I requisiti per la partecipazione
Il corso è destinato a persone occupate, inoccupate o disoccupate, in possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado e di adeguati requisiti relativi al pensiero logico e alle competenze digitali relative ad ECDL Core o ECDL Base.
Per i cittadini stranieri: conoscenza della lingua italiana almeno al livello B2 del Quadro Europeo di Riferimento Europeo delle Lingue.
Per i cittadini extracomunitari: possesso di regolare permesso di soggiorno.